Archivi tag: torreamare

DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO: i 5 municipi di Bari e le sorti di Torreamare-S.Giorgio


bari_circoscrizioni--190x130.jpg… Lettera aperta all’ass. DE GENNARO

 

gentilissima assessore, la presente per sottoporre alla sua attenzione la questione in oggetto, con la importante premessa che il progetto del decentramento è seriamente benvenuto, laddove valido strumento per esaltare le autonomie e lo sviluppo delle identità locali ed urbanistiche, attraverso un modello economico più attento e focalizzato.

Si vuole fare presente però, che nel progetto da lei preparato, guardando oggi semplicemente alle logiche territoriali, c’è una forte distorsione sul quarto municipio che, data la sua abnorme estensione, potrà solo che continuare a danneggiare i cittadini dell’area più a sud di Bari che, come lei sa, già per sua natura afferisce a radici ed etnie diverse.


Nel tempo i residenti di quest’area si son visti sottratti fondi ed autonomia, in nome del “metropolitanesimo barese”, pur concorrendo attivamente ed in forza, alle finanze del comune. L’aspetto peggiore è il dilagante e noto abbandono subìto ed in corso, in quanto quest’area, nell’attuale modello amministrativo di Bari, altro non è che periferia della periferia. I fondi destinati alla V circoscrizione, nella maggior parte dei casi sono assorbiti da Japigia, anche grazie a politiche locali poco attente ai bisogni dei cittadini di questa zona.
La preoccupazione quindi è che sarebbe uno sbaglio enorme annoverare l’area di S.Giorgio-Torreamare in un municipio di ancor più ampie dimensioni dell’attuale circoscrizione, perché la sua sorte sarebbe prevedibilmente peggiore di quella che è attualmente.

Cosa si chiede: nella logica della tanto acclamata cittadinanza partecipata che connota codesta Amministrazione, di rivedere se possibile i confini (e forse il numero dei municipi), in modo da restituire a S.Giorgio-Torreamare la sua naturale e storica autonomia che da sempre sì è dimostrato di saper amministrare. Di individuare quindi confini più esigui per l’area in questione, entro i quali, seppur con finanziamenti minori, i cittadini riescano a gestire le loro problematiche locali, molto difformi da quelle del nucleo urbano di Bari, sulla falsa riga con cui si ritiene siano stati individuati i confini per i municipi di Palese-Santo Spirito e Carbonara-Ceglie!
Anche guardando alla geografia del territorio, S.Giorgio-Torreamare è una propaggine forzata del comune di Bari, da questo fisicamente diviso da canaloni, tratti ferroviari e strade scarsamente agevoli, che per natura costituiscono elementi di criticità per l’amalgama socio-urbanistica.
Qui nessun cittadino ha mai indetto referendum scissionisti né mai avanzato proteste plateali, perché il carattere locale non prevede manifestazioni di piazza, ma questo non implica che i grandi problemi e le tante criticità non siano evidenti e sofferte!

Si conclude ponendo l’accento sul fatto che, mentre tanti politicanti oggi si affannano a contrapporsi a questo progetto di decentramento, temendo puramente per la questione di riduzione di poltrone, il movimento PRO CIVITATE ha a cuore questioni ben più sostanziali della vita del borgo.

L’invito è quindi a riflettere su quanto qui esposto e nel proporre un confronto costruttivo ricorda che i cittadini di questa zona ogni giorno pagano “tributi” pesanti, in termini di sicurezza e vivibilità, pur restando nel silenzio, rappresentati da decenni da politicanti con focus diversi dal bisogno sociale reale, che per distrarre l’attenzione continuano a confinare i bisogni dei cittadini residenti in qualche nuova pizzeria e qualche panchina estiva!…fingendo di ignorare che, pur vivendo nel terzo millennio qui manca ancora: lo sviluppo urbanistico primario nel 50% dell’area abitata ed i servizi socio sanitari e di sicurezza pubblica di base.. problemi che possono essere affrontati e seriamente risolti solo se questo piano di decentramento riesca a consentire ai rappresentanti locali dei cittadini di Torreamare-S.Giorgio di gestire in autonomia gli asset socio-urbanistici di questa zona.

Grazie per l’attenzione.

Rosalia Balice
Delegata movimento PRO CIVITATE
Circ. Japigia Torreamare

 

 

TORREAMARE: segnalazione palme infette da punteruolo rosso

punteruolo.jpgConsiderato che quasi tutte le piante attaccate da punteruolo rosso (Rhynchophorus ferrugineus) sono ubicate in ambiente urbano e possono rappresentare un grave pericolo per l’incolumita’ dei cittadini; al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumita’ pubblica, il DM 9 11 2007 richiama tutti: dagli amministratori regionali e comunali fino ai privati, ai vivaisti ed ai giardinieri a sensibilizzarsi al monitoraggio, alla prevenzione ed alla cura dei palmizi.

Con il supporto dell’Osservatorio Fitosanitario inoltre la Regione Puglia fornisce le dovute indicazioni acchè questo avvenga, oltre che un supposrto economico per lo smaltimento delle piante colpite, da effettuarsi, sul territorio di Bari, attraverso i servizi gratuiti dell’AMIU di Bari.

Avendo constatato che  in alcune aree pubbliche di Torreamare esistono palmizi malati ed in considerazione del fatto che Torreamare è ricca di questo tipo di vegetazione, la sottoscritta, delegata del movimento Procivitate per Japigia Torreamare, ha prodotto una segnalazione verso l’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia per sollecitare interventi di monitoraggio dell’area. Contestualmente la stessa segnalazione è inviata all’amministrazione comunale di Bari ed all’ANAS non sapendo la sottoscritta a chi compete la responsabilità dell’area pubblica infetta.

Leggete di seguito il contenuto della segnalazione inviata oggi

Rosalia Balice

PRO CIVITATE

Movimento Civico

Viale Unità d’Italia 63 70125 Bari

Tel Fax 080 5428576 Cell. 333 6247456

E-Mail: pro.civitate@fastwebnet.it

http:// procivitatebari.myblog.it

 

 

 

 

 

Spett.Le Servizio Fitosanitario
Regione Puglia

 

 

 

In ordine a quanto indicato dal DM 9/11/2007 – Disposizioni sulla lotta obbligatoria contro il punteruolo rosso della palma Rhynchophorus ferrugineus (Olivier).

La presente intende altresì richiedere a codesto osservatorio, un’azione più efficace di monitoraggio dell’intera area di BARI Torremare S. Giorgio,  presentando questa un elevato numero di siti verdi privati incontrollati, perchè disabitati per lunghi periodi o addirittura abbandonati, al fine di circoscrivere il fenomeno che si sta rapidamente diffondendo, a tutela di tutti coloro che in questa battaglia di prevenzione e cura investono in soldi ed energie.

 

 

 

d.ssa Rosalia Balice

Delegata Movimento Pro Civitate di Bari – Japigia Torreamare

 

VERGOGNA: Ennesimo incidente mortale sulla SS16 a sud di Bari

incidente di fronte esso 12092010.jpgIl 12 Settembre 2010 un noto e stimato medico concittadino, il dottore Accettura di Noicattaro ha perso la vita in un incidente avvenuto sulla famigerata corsia nord della SS16 tra Torreamare e S. Giorgio, al km 812+400, nel corso del quale, per effetto di tamponamenti, sono rimaste ferite anche altre tre persone.

Altissimo il tributo di questo ennesimo grave incidente per il quale c’è stata una forte mobilitazione, ma purtroppo, ancora una volta, una esposizione deviata dei fatti da parte dell’ANAS.

Il fastidioso concetto che si è fatto passare è che la colpa è del morto … ma nessuno spiega che la dinamica dell’incidente afferisce ad una delle tantissime ordinarie e innumerevoli situazioni che si generano quando ogni frontista della statale prova ad entrare o uscire di casa propria, inducendo pericoli per sè e per chi passa in quel momento.

Leggi tutto su: http://unastradaperlavita.myblog.it/archive/2010/09/13/ss16-torremare-s-giorgio-corsia-nord-ennesimo-incidente-mort.html.

Noi del Movimento Procivitate insieme a tanti residenti e non, siamo disgustati da quanto accade.. continuiamo a chiedere perchè questa variante non si riesce a fare: apparsa come una meteora, dopo la nostra manifestazione in piazza di settembre di due anni fa, ed ora è stata di nuovo imboscata, esattamente come avvenuto 20 e 10 anni fa! (leggi il post su questo sito http://unastradaperlavita.myblog.it/archive/2009/05/31/ss…)

Per questo ieri abbiamo prodotto immediatamente un Comunicato Stampa con il quale denunciamo ancora una volta la mancanza di interventi per la realizzazione della Variante e dove ribadiamo che nelle more che ciò avvenga sia disposta in questo tratto di strada la riduzione della carreggiata  lato nord ad una sola corsia.. gli autovelox a singhiozzo evidentemente non bastano.

Questo è quanto andremo a chiedere nel breve al Procuratore della Repubblica di Bari.

Con l’occasione ringraziamo Il Quotidiano di Bari e La Gazzetta del Mezzogiorno per aver dato spazio alla nostra indignazione e voglia di verità, pubblicando articoli a supporto di questa causa.

Rosalia Balice

SICUREZZA sulla SS16 Torre a mare-S. Giorgio: IL CONFRONTO IN PREFETTURA

05062009(003).jpgDopo tanto impegno, esposti e denunce, finalmente Sua Eccellenza il Prefetto di Bari, convoca noi rappresentanti del Movimento Civico PRO CIVITATE per discutere sulla questione della sicurezza dei cittadini residenti nel tratto della SS16 Torre a Mare – S. Giorgio, per prospettare le iniziative che l’ANAS, in concerto con le forze dell’ordine, intende intraprendere per governare la riduzione della velocità dei mezzi sul tratto in questione.

 

Il 9 febbraio 2010 presso la prefettura di Bari si è tenuto un primo incontro tra dirigenti della prefettura, della polizia stradale e dei Vigili Urbani di Bari con il Movimento PRO Civitate, nel corso del quale, forse per la prima volta, sono state esaminate le questioni della sicurezza dei residenti, finora totalmente ignorati! Ovvero è stato sancito una volta per tutte, che esistono delle responsabilità che traguardano gli atteggiamenti degli automobilisti, alle quali le Amministrazioni locali e gli Enti gestori sono chiamati dal Prefetto a rispondere in modo efficace ed in tempi rapidi.

 

Ecco allegato il verbale prodotto dalla Prefettura di Bari a seguito dell’incontro verbale_incontro_in_prefettura_09feb2010.pdf 

 

Il verbale evidenzia quanto il problema della sicurezza dei residenti sia ormai noto e di ordine generale… Sia che parliamo di controllo della velocità, sia che parliamo di nuove infrastrutture (variante), l’obbiettivo unico della sicurezza e le relative azioni da compiere per la sua attuazione sono ormai razionalizzate e condivise, per cui il passo che ci porta fuori dall’omertà sulla questione è stato finalmente compiuto.
Non sappiamo come ed in che tempi, avverrà cosa.. non possiamo prevedere il reale impegno che ci sarà da parte degli interlocutori preposti, … ma abbiamo la certezza di aver sfondato il muro di silenzio che ha coperto fino ad oggi la questione della sicurezza dei residenti. Ulteriori considerazioni e dettagli sulla questione li trovate al seguente link 
http://unastradaperlavita.myblog.it/.

alla prossima

 

Rosalia Balice

delegata PRO CIVITATE per Japigia-Torre a Mare

.

LA VARIANTE ALLA SS16 E’ SEMPRE PIU’ UNA REALTA’

Dal Blog http://unastradaperlavita.myblog.it della delegata Rosalia Balice

Ancora un altro passo avanti verso la realizzazione della Variante alla SS16 a Torreamare!

L’impegno di tutti noi del Movimento PRO CIVITATE, dei residenti e dell’ANAS sta dando i suoi buoni frutti. Infatti è ufficiale l’assegnazione dell’incarico di “Studio Impatto Ambientale (SIA) e Progettazione (preliminare e definitiva) dei Lavori di Realizzazione Variante alla Tangenziale di Bari nel tratto compreso tra il Km. 806+400 (loc.s.anna- caldarola) ed il Km. 814+000 (loc. Torre A Mare) della SS. 16 “adriatica”, (APPALTO ED ESITO nella continua di questo articolo)

Apprendiamo con piacere dall’Ing. Marzi, responsabile del Compartimento ANAS di BARI, che i lavori procedono alacremente e che il progetto preliminare è stato già portato all’attenzione dei sindaci dei comuni convolti (Bari, Triggiano, Noicattaro), dei responsabili degli ATO per  quanto concerne l’impatto ambientale, nonchè di altri enti che gestiscono le infrastrutture quali le Ferrovie dello Stato, per la valutazione degli impatti dell’integrazione delle infrastrutture che si vanno a realizzare con quelle esistenti. Da questi confronti non sono emerse criticità o vincoli che possano porre veti alla realizzazione dell’opera! L’ing. Marzi ci fa sapere che a breve è prevista una conferenza di servizio tra l’ANAS e gli attori suddetti dei cui esiti vi terrò aggiornati.

Ora che sempre più si materializza l’opera, il nostro pensiero traguarda questo ulteriore successo, andando a considerare gli aspetti economici della questione: ovvero la fattibilità reale dell’opera, che si baserà esclusivamente sulla disponibilità di fondi, con un occhio attento alla delibera del CIPE del 06/03/2009 che prevede importanti stanziamenti per le infrastrutture al sud, senza citare espressamente quali, così come si legge in una nota del 07/03/2009 dell’ass. ai Trasporti della Regione Puglia Loizzo (rif http://www.regione.puglia.it/index.php?page=pressregione&…).

A tal proposito il Movimento PRO CIVITATE chiede all’ANAS ed agli amministratori coinvolti nella spesa, un’attenzione particolare al tema economico e dei finanziamenti, perchè non si vanifichino gli sforzi di tutti (ivi compresi quelli economici già intrapresi), e non si disattendano aspettative e diritti ormai noti e riconosciuti.

Si coglie l’occasione per ringraziare ancora una volta l’ANAS nella persona dell’Ing. Marzi, per il rispetto che ha mostrato verso l’impegno preso con la cittadinanza di Bari e in particolare con i residenti di Torreamare S. Giorgio!

Rosalia Balice

APPALTO ED ESITO

Esito n. 1/13

Rif. RIGA Rif. GARA Data Aggiud. Importo Categorie

467975 10954407 25/02/2009 328.300,00 P-OG3, C-AMBI Ente Appaltante ANAS ENTE NAZIONALE PER LE STRADE – COMPARTIMENTO DELLA VIABILITA’ PER LA PUGLIA, UFFICIO GARE, Viale Einaudi N. 15, 70100 Bari (ba) Zona Lavori BA, Bari Oggetto Pubblico Incanto: Cig 021832035c – Gara 36/2008. Servizi Di Ingegneria – Prestazione Di Servizi Tecnici Per Assistenza Alla Redazione Di Elaborati Relativi Allo Studio Di Impatto Ambientale E Al Progetto Preliminare E Progetto Definitivo Per I Lavori Di Realizzazione Di Una Variante Alla Tangenziale Di Bari Nel Tratto Compreso Tra Il Km. 806+400

(loc.s.anna) Ed Il Km. 814+000 (loc. Torre A Mare) Della S.s. 16 “adriatica”. Importo Complessivo Di Euro 328.300,00.

Durata Articolo: 150 giorni Offerta Economicamente Piu’ Vantaggiosa Offerta Fonte (clicca per prelevare) PERCENTUALE 31.80 ALBO,G.U. CEE N. S 044/2009 DEL 05-03-09

(ESITO) Vincitore 120647 – DAM – (S.P.A.) – VIA LEON BATTISTA ALBERTO,84 – 48100 – RAVENNA – RA

Associati – Note

– R.T.I.; – ASSOCIATO: UNING S.R.L. – SETAC SRL; – L’AVVISO VIENE RIPROPOSTO PER AGGIORNAMENTO FONTE (DATA DI AGGIUDICAZIONE E SEDE VINCITORE);

 

DEGRADO FOGNA Lungomare Torre a Mare-S.Giorgio

Foto0009.jpgINTERROGAZIONE del Movimento Pro Civitate
della delegata Balice sul degrado del sistema fognario del lungomare di Bari tra S. Giorgio e Torreamare, ormai al collasso strutturale (vedi archivio fotografico su blog http://unastradaperlavita.myblog.it )

Dopo l’interrogazione di PRO CIVITATE (qui il testo completo PROCIV Degrado fogna lungomare.pdf )  e dopo vari solleciti abbiamo ricevuto delle risposte poco esaustive che fanno intendere chiaramente l’assenza totale di un piano organico di risanamento e quindi posso darvi riscontro degli scarsi risultati con le dovute AMARE CONSIDERAZIONI!..

RISPOSTE:
Premesso che ci sentiamo onorati di aver ricevuto delle risposte molto velocemente, considerati i tempi medi di circa un anno dell’assessorato LL PP .. vi riassumo gli eventi:
  • (22/01/2009) L’assessorato Ambiente e Sviluppo sostenibile, Igiene pubblica, Verde pubblico, Tutela degli animali, Politiche energetiche del comune di BARI risponde con una lettera in cui si mostra interessato a seguire l’evoluzione delle attività, rimarcando le competenze all’assessorato ai Lavori pubblici
  • (20/01/2009) L’assessorato EDILIZIA PUBBLICA E LAVORI PUBBLICI risponde con una richiesta nei confronti del proprio ufficio strade, di presa in carico per l’inserimento delle opere nella prossima programmazione delle OO PP … non è chiaro di quali opere si tratta (se stradali, fognarie.. entrambe)? e soprattutto di quali tempi e in quale amministrazione !!!!)
  • Una totale assenza da parte dell’AQP che evidentemente risponde solo se interrogata dal comune!.. ma il comune ad oggi gli avrà fatto qualche richiesta? anche questo non ci è dato sapere !!!!!

CONSIDERAZIONI:
Da queste risposte due considerazioni:

prima di tutto ci chiediamo se è stato compreso a fondo il nostro problema, che nella sua complessità implica competenze amministrative plurime e l’intervento di enti esterni, ma il carteggio è formale e poco indicativo di comunicazione cooperativa! fortuna che l’interlocutore principale è proprio l’assessore Lorusso che è stata già precedentemente sensibilizzata proprio nel corso degli incontri con i residenti!!!

ma soprattutto, dopo aver io stessa parlato con l’assessore  Lorusso e tentato di spiegare la natura del problema, ho capito che non esiste un piano organico di risanamento della rete fognaria per la nostra zona, e dobbiamo registrare con amarezza che nulla è stato fatto e nulla si è mai pensato di fare…quindi, allo stato attuale c’è solo il nulla!

CONCLUSIONI:
In un momento in cui le attività dell’amministrazione del Comune di BARI sono finalizzate o all’auto-elogio per quanto fatto (che è per natura sempre discutibile) o alla rimando di responsabilità verso precedenti amministrazioni, per quanto non si è stati in grado di fare (che è per natura sempre oggettivo).. la questione fogna a sud evidentemente non si colloca affatto bene … è scomoda e può trovare solo risposte di convenienza, che formalmente dicono tutto .. ma nei fatti non dicono nulla!!!

Forse dobbiamo aspettare che passi la buriana elettorale e che avvengano i nuovi insediamenti al comune di bari, per riproporre il problema .. ma intanto fino ad allora chi gestirà la cacca che esce dai tombini? e soprattutto chi si farà responsabile dello scontento dei cittadini della zona ai quali viene rubato anche il sogno dell’utopia delle promesse prelettorali…..??

Purtoppo si pensa ancora che basta prestarsi ad una qualsiasi forma di presenza mediatica per soddisfare il bisogno di concretezza del cittadino .. Meditate gente .. meditate !!!!

..presto ripartiremo alla carica ROSALIA BALICE

PERICOLOSITA’ SS 16 a SUD di BARI

Il presidente del Movimento PRO CIVITATE – V. Uggenti, ha depositato il 9 giugno 2008 l’esposto alla procura della repubblica di BARI sui problemi di sicurezza e vivibilità dei residenti tra Torre a Mare e S. Giorgio. Nel file trovate il testo integrale
ESPOSTO PROCURA DELLA REPUBBLICA.pdf