Archivi tag: degrado

CAUSA TEMPORALE i bagnanti di Torreamare nuotano nella CACCA!!

Liquami a mare sulle spiagge di Torreamare

Stiamo parlando del temporale di ieri 4 agosto 2009 e queste foto le ho fatte in prossimità del lido della Polizia sul lungomare tra Torreamare e s. Giorgio (Strada detta della Marina). 04082009 e descr.jpgHo visto liquami esondare dai tombini, ma non solo… in questo punto specifico addirittura esondare dall’asfalto “crepato” sotto la pressione dei liquami convogliati in questo punto della dorsale di fogna del lungomare. Macchine che passavano in velocità e che schizzavano schifezze dappertutto (me compresa che stavo a prestare un servizio civico!)

Ogni volta che piove la fogna sul  lungomare in questione si collassa, forse perchè nei tronchi privati residenti scellerati convogliano acqua piovana (diversamente non riesco a dare una spiegazione logica)…04082009(004) e descr.jpg

Questo tombino più di tanti altri si rompe e viene ormai rattoppato almeno una volta al mese! (con i soldi spesi si sarebbe potuto sanare il problema della fogna a sud in modo radicale, con il rifacimento totale della dorsale).

Oggi però non voglio insistere tanto sull’aspetto strutturale della questione, tante volte denunciato dalla sottoscritta e che spetta ai tecnici risolvere, bensì sull’aspetto di igiene e sicurezza del cittadino.. in questo caso del bagnante!

04082009(005) e descr.jpgOggi voglio denunciare il fatto che tutto il liquame che fuoriesce, spargendo un odore nauseabondo, finisce completamente in mare…..Un po’ come succede a pane e pomodoro dove il deflusso è noto e controllato, qui è noto ma non è controllato…ed oggi i vacanzieri della zona, ignari si bagneranno in acque che ieri dopo la piena mostravano onde caratterizzate da un profilo nero sulla cresta… Chissà cos’era!?!?!

In considerazione di tutto ciò che succede, noi del Movimento Pro civitate continuiamo a ripetere e chiedere a viva voce a chi gestisce la sicurezza e l’igiene della citta di BARI: A cosa è servito fare coercizione sui residenti, anche adottando terrorismo psicologico con le multe, obbligando i privati a realizzare tronchi di fogna senza il dovuto controllo e governo da parte degli organi competenti in materia, se questa opera di bonifica continua a non produrre i risultati utili a risolvere la questione dell’inquinamento?

Possiamo solo ringraziare coloro che sostengono le nostre cause come il QUOTIDIANO DI BARI che domani darà ampio spazio a questa notizia


Con amarezza per puzza schifo e disintresse

Rosalia Balice
Delegata Movimento PRO CIVITATE

 

Le nostre denunce producono effetti positivi (2) :San Giorgio, fermate 20 lucciole…

noi di PRO CIVITATE accogliamo con piacere ed un pizzico di orgoglio la notizia su Barilive relativa  al fermo delle lucciole sul lungomare a sud di BARI (http://www.barilive.it/news/news.aspx?idnews=13540)

E’ di qualche tempo fa infatti la denuncia di PRO CIVITATE, fatta dalla sottoscritta, sullo stato di degrado del lungomare a sud di Bari, dove tra le altre cose si denunciava appunto l’increscioso e quotidiano spettacolo H24 di spaccio e prostituzione (vedi mio post Intorno al prato verde dove dovevano “nascere speranze” … solo degrado ed abbandono! http://procivitatebari.myblog.it/archive/2009/04/03/bari-…), notizia gentilmente pubblicata anche dal QUOTIDIANO DI BARI.

Sarà l’aria elettorale, sarà quel che sarà… ma a noi piace registrare che il nostro impegno dà buoni frutti e questo ci dà forza ed entusiasmo.. questo post  ne è la testimonianza e noi di PRO CIVITATE ce la mettiamo tutta !!

Il nostro grazie al QUOTIDIANO DI BARI che ha dato risalto alla nostra denuncia

Rosalia Balice

Le nostre denunce producono effetti positivi (1) :ANAS e Comune fanno la loro parte e migliorano le strutture viarie

Il 3 aprile, in qualità di rappresentante del movimento PRO CIVITATE producevo un Comunicato Stampa per segnalare la situazione di impraticabilità del lungomare Sud da Bari a S. Giorgio (vedi mio post “Intorno al prato verde dove dovevano “nascere speranze” … solo degrado ed abbandono!” su  http://procivitatebari.myblog.it/archive/2009/04/03/bari-a-sud-non-puo-finire-come-e-con-punta-perotti.html) al quale ampio spazio è stato dato dal QUOTIDIANO DI BARI, da sempre attento alle esigenze della socialità e dei diritti civici e che ringraziamo!

salotto.jpgIl mio comunicato denunciava oltre al degrado storico del lungomare a sud di Bari verso S.Giorgio, anche la quasi completa impraticabilità del tratto della corsia sud del lungomare, per effetto di lavori di scavi non ripristinati a regola d’arte (meglio dire rattoppati), che restituivano al cittadino un tratto di strada con non oltre 5 metri di asfalto contiguo!. Un vero disastro per i tanti frequentatori di questa via che è l’unica che consente agli automobilisti provenienti da sud di Bari di raggiungere il park&ride di Pane&Pomodoro !

Ebbene la mia denuncia ha prodotto dei risultati abbastanza in fretta e generosi… l’amministrazione di Bari ha provveduto a ricostruire la corsia sud per intero, non con una semplice operazione di ricoprimento, bensì con un intervento radicale che ha previsto addirittura la rimozione del vecchio asfalto!

E che dire degli interventi di messa in sicurezza della corsia nord della SS 16 tra Torre a Mare e S.Girogio: anche qui l’ANAS mantiene le promesse fatte al Movimento PRO CIVITATE e realizza un nuovo manto con asfalto drenante, operando anche di notte per non creare molti disagi.

Questo post  è la testimonianza di quanto l’impegno paga e noi di PRO CIVITATE ce la mettiamo tutta !!

Il nostro grazie al QUOTIDIANO DI BARI che ha dato risalto alla nostra denuncia

Rosalia BALICE

Si abbatte PUNTA PEROTTI …muore Bari a sud!

Intorno al prato verde dove dovevano “nascere speranze” … solo degrado ed abbandono!

 

punta-perotti-intornoalprato.jpg

Comunicato Stampa per segnalazione situazione di impraticabilità del lungomare Sud da Bari a S. Giorgio.

 

Con la presente la delegata Rosalia Balice del Movimento Civico Pro Civitate porta all’attenzione dei media lo stato di degrado urbano, strutturale e civile della zona adiacente il lungomare di Bari, da Punta Perotti a San Giorgio! 

 

Si ringrazia il Quotidiano di Bari che ha pubblicato un articolo sull’edizione del 7 aprile, che trovate nella rassegna stampa “ritagli di giornali 2009”

 

grazie e lasciate pure i vostri commenti!

RBalice

Premesso che stiamo parlando di una strada molto frequentata sia da automobilisti in quanto è l’unica utilizzabile per tutti coloro che, provenendo dai paesi a sud di Bari, si recano al park&ride di pane-e-pomodoro, apprezzato oramai da tutti, baresi e forestieri…. sia dalle tante persone che amano “godere sportivamente” il lungomare, che, allungandosi da pane e pomodoro praticano ciclismo e jogging, specialmente quando le belle giornate lo consentono.

Una strada che, in barba all’altissima frequentazione, attraversa un pezzo di città chiuso dal mare e dalle tangenziale, lasciato in “possesso” a nomadi, prostitute, spacciatori e drogati, michiati a cumuli di spazzatura civile: case semi-diroccate, montagne di materiale di risulta, a cani randagi e topi … circa 5 km di bel mare, ma solo se si mantiene fermo lo sguardo sull’orizzonte!

Situazioni di degrado indotto da residenze non proprio regolari, che si assommano a scene incresciose di compravendita, oltre che di uso stante, di ragazze, di droga, consumate tra i cumuli dei materiali di risulta piuttosto che negli anfratti delle rocce!

Tutto ciò viene fatto passare quotidianamente a qualsiasi ora del giorno, come fatto naturale, agli occhi delle migliaia di persone che ogni giorno transitano in auto o a piedi, residenti compresi (ma questi non fanno testo nella scala delle considerazioni)!

Inutile evidenziare quanto possa essere mortificante per una persona “normale”, costretta a utilizzare il tratto di strada in questione, non riuscire a trovare parole per spiegare il significato del tanto sfrontato ed ostentato movimento di signorine, bulli e debosciati, né verso i propri figlioli che viaggiando insieme guardano, non capiscono e chiedono “cos’è?” ….. né verso la propria coscienza civile in fatto di “persone verso persone”!

 

Ed ancora… una strada che, già penalizzata da buche e rattoppi di vario genere per scarsa o cattiva manutenzione, è diventata ancor più impraticabile, anche da un punto di vista strutturale a seguito di una operazione di vera e propria distruzione del manto stradale della corsia sud, per mano di squadre che per fare un semplice tracciato, in origine abbastanza ridotto, (lato San Giorgio) per alloggiare tubature di modeste dimensioni, sono riuscite ad aprire scavi che arrivano ad oltre un metro e mezzo di larghezza.. a seconda di come “saltava” la toppa sotto la pressione del martello pneumatico, usato al posto della taglia asfalto, quasi sicuramente per una questione di economie operative.

Un lavoro estenuante che è iniziato nel mese di ottobre del 2008 che restituisce al cittadino, dopo i lunghi disagi, una strada che non riesce a offrire più di 5 metri di asfalto contiguo su nessuna delle corsie; risarcimenti di asfalto a seguito degli scavi fatti a “dune” che lasciano buche anche davanti ai cancelli dei residenti, dove si creano delle pozze enormi!

 

Noi di Pro Civitate ci chiediamo se è mai possibile che l’amministrazione pubblica della città di Bari non si rende conto di nulla di tutto ciò e da decenni ignora totalmente il degrado a sud di Punta Perotti il cui abbattimento ha abortito la nascita di un germe di urbanizzazione; ci interroghiamo sulle sorti di questa zona e di chi la vive, considerato che non si può neanche sperare più in una naturale evacuazione del degrado da effetto popolamento!… e non sarà certo il progetto di sviluppo urbano dell’area tra la ferrovia e la tangenziale a consentire il popolamento del lungomare sud che a nostro avviso è destinato a rimanere per molto tempo ancora isolato e degradato!

 

Quindi si chiede con fermezza di inserire tra i propositi della prossima amministrazione pubblica la messa a piano di interventi che restituiscano dignità alle persone che ci vivono e ci transitano, ed a quella attuale uscente di operare da subito un maggior controllo verso chi oggi continua a fare uso ed abuso di questo pezzo di territorio comunale.

 

Bari a sud non può finire come e con Punta Perotti!

 

Continuando a confidare nel prezioso sostegno della stampa e dei mezzi di comunicazione da sempre assicurato alle cause sociali intraprese dal Movimento in epigrafe, è gradita l’occasione per porgere cordiali saluti e rinnovare i sensi della nostra stima. 

fto. D.ssa Rosalia Balice

(Delegata Circ. Torreamare-Japigia)

 

DEGRADO FOGNA Lungomare Torre a Mare-S.Giorgio

Foto0009.jpgINTERROGAZIONE del Movimento Pro Civitate
della delegata Balice sul degrado del sistema fognario del lungomare di Bari tra S. Giorgio e Torreamare, ormai al collasso strutturale (vedi archivio fotografico su blog http://unastradaperlavita.myblog.it )

Dopo l’interrogazione di PRO CIVITATE (qui il testo completo PROCIV Degrado fogna lungomare.pdf )  e dopo vari solleciti abbiamo ricevuto delle risposte poco esaustive che fanno intendere chiaramente l’assenza totale di un piano organico di risanamento e quindi posso darvi riscontro degli scarsi risultati con le dovute AMARE CONSIDERAZIONI!..

RISPOSTE:
Premesso che ci sentiamo onorati di aver ricevuto delle risposte molto velocemente, considerati i tempi medi di circa un anno dell’assessorato LL PP .. vi riassumo gli eventi:
  • (22/01/2009) L’assessorato Ambiente e Sviluppo sostenibile, Igiene pubblica, Verde pubblico, Tutela degli animali, Politiche energetiche del comune di BARI risponde con una lettera in cui si mostra interessato a seguire l’evoluzione delle attività, rimarcando le competenze all’assessorato ai Lavori pubblici
  • (20/01/2009) L’assessorato EDILIZIA PUBBLICA E LAVORI PUBBLICI risponde con una richiesta nei confronti del proprio ufficio strade, di presa in carico per l’inserimento delle opere nella prossima programmazione delle OO PP … non è chiaro di quali opere si tratta (se stradali, fognarie.. entrambe)? e soprattutto di quali tempi e in quale amministrazione !!!!)
  • Una totale assenza da parte dell’AQP che evidentemente risponde solo se interrogata dal comune!.. ma il comune ad oggi gli avrà fatto qualche richiesta? anche questo non ci è dato sapere !!!!!

CONSIDERAZIONI:
Da queste risposte due considerazioni:

prima di tutto ci chiediamo se è stato compreso a fondo il nostro problema, che nella sua complessità implica competenze amministrative plurime e l’intervento di enti esterni, ma il carteggio è formale e poco indicativo di comunicazione cooperativa! fortuna che l’interlocutore principale è proprio l’assessore Lorusso che è stata già precedentemente sensibilizzata proprio nel corso degli incontri con i residenti!!!

ma soprattutto, dopo aver io stessa parlato con l’assessore  Lorusso e tentato di spiegare la natura del problema, ho capito che non esiste un piano organico di risanamento della rete fognaria per la nostra zona, e dobbiamo registrare con amarezza che nulla è stato fatto e nulla si è mai pensato di fare…quindi, allo stato attuale c’è solo il nulla!

CONCLUSIONI:
In un momento in cui le attività dell’amministrazione del Comune di BARI sono finalizzate o all’auto-elogio per quanto fatto (che è per natura sempre discutibile) o alla rimando di responsabilità verso precedenti amministrazioni, per quanto non si è stati in grado di fare (che è per natura sempre oggettivo).. la questione fogna a sud evidentemente non si colloca affatto bene … è scomoda e può trovare solo risposte di convenienza, che formalmente dicono tutto .. ma nei fatti non dicono nulla!!!

Forse dobbiamo aspettare che passi la buriana elettorale e che avvengano i nuovi insediamenti al comune di bari, per riproporre il problema .. ma intanto fino ad allora chi gestirà la cacca che esce dai tombini? e soprattutto chi si farà responsabile dello scontento dei cittadini della zona ai quali viene rubato anche il sogno dell’utopia delle promesse prelettorali…..??

Purtoppo si pensa ancora che basta prestarsi ad una qualsiasi forma di presenza mediatica per soddisfare il bisogno di concretezza del cittadino .. Meditate gente .. meditate !!!!

..presto ripartiremo alla carica ROSALIA BALICE