Archivio mensile:settembre 2010

Servizio di RAI 3 sulla pericolosità della SS16 a sud di BARI

Il 30 Settembre RAI 3, nell’ambito della trasmissione BUONGIORNO REGIONE PUGLIA, ha trasmesso un servizio sulla pericolosità della SS16 – tratto della morte- corsia nord tra Torreamare e S. Giorgio.

Il servizio di D. Tortella intendeva:

  • fare il punto della questione, a seguito dell’ennesimo incidente mortale avvenuto agli inizi di settembre dopo l’innalzamento dei limiti di velocità a 70 km/h, fatto passare come un incidente ordinario allo svincolo per colpa di un automobilista scellerato, al fine di oscurare il fattore reale per cui gli incidenti su questo tratto sono provocati nella maggior parte dei casi, ovvero dalla convivenza forzata tra utenti della strada e residenti frontisti
  • rispolverare l’annoso problema della variante che, a 2 anni dalle dichiarazioni pubblicitarie dell’ing. Ciucci presidente dell’ANAS e S. Berlusconi presidente del Consiglio, sulla sua imminente realizzazione, si ingrandisce fino a diventare impossibile, laddove dichiarata fattibile solo in una logica di project financing…
  • chiedere al Prefetto quali soluzioni, mentre continuiamo a contare i morti, e quindi esporre le nostre richieste di separazione delle carreggiate sulla corsia nord, nelle more di una qualsiasi attuazione solutiva.

 

 

LA CONCLUSIONE
Volendo usare termini coloriti, dalle parole degli intervistati emerge in buona sostanza che: della variante neanche l’ombra, i morti sono dei poveri sprovveduti che non rispettano i limiti, i residenti in fondo hanno semplicemente quello che si meritano!
Siccome però è noto che la situazione non è proprio come la contano, il Prefetto accenna un’apertura al progetto della COMPLANARE, inducendo quasi lo spettatore a pensare che i ritardi di questa opera sono imputabili a residenti (bizzarri aggiungo io) che non vogliono cedere agli espropri. Per questa affermazione abbiamo motivo di pensare che il Prefetto si sia basato ovviamente su informazioni poco corrette provenienti da fonti dell’ANAS, che sa bene come mischiare le carte quando vuole sfuggire a qualche responsabilità. Si sfuggire … perchè non si è mai visto che per fare un’opera di servizio pubblico che richiede espropri si interpellano i proprietari… MAI.. In genere si procede d’ufficio e spesso senza neanche pagare il conto! Quindi se c’è sempre stata tanta voglia da parte dell’ANAS, a realizzare la COMPLANARE al posto della VARIANTE, perchè non si sono mai attivati seriamente, attivando i canali giusti che loro conosco bene?

Vuoi vedere che la responsabilità alla fine è dei residenti frontisti!?!?!?

PROCIVITATE ringrazia RAI 3 e D. Tortella che ha svolto questo servizio dimostrando una profonda comprensione della situazione, sensibilità e linearità, molto apprezzabili per descrivere questo “blob” di ipocrisia, abbandono e coercizione in cui i residenti frontisti della SS16 sono costretti a (soprav)vivere…

Rosalia Balice

delegata Movimento PROCIVITATE per Japigia Torreamare

Lavori sul lungomare sud a BARI a S.GIORGIO

Su denuncia di PROCIVITATE (MPC-1010_PROCIV pericolosità sul lungomare giovene.pdf) il Comune di Bari, anche su iniziativa della Prefettura di Bari, co-destinataria della denuncia, ha dato corso ad una gara d’urgenza per il risanamento del manto stradale del lungomare SUD di BARI.

I lavori, seppur in un momento di disagi dovuti all’aumento del traffico per la fiera del Levante, sono partiti. Per cui, code infinite a parte, il Movimento PRO CIVITATE ringrazia tutti coloro che si sonon impegnati sulla questione della sicurezza di questo tratto di strada cittadino.

Rosalia Balice

VERGOGNA: Ennesimo incidente mortale sulla SS16 a sud di Bari

incidente di fronte esso 12092010.jpgIl 12 Settembre 2010 un noto e stimato medico concittadino, il dottore Accettura di Noicattaro ha perso la vita in un incidente avvenuto sulla famigerata corsia nord della SS16 tra Torreamare e S. Giorgio, al km 812+400, nel corso del quale, per effetto di tamponamenti, sono rimaste ferite anche altre tre persone.

Altissimo il tributo di questo ennesimo grave incidente per il quale c’è stata una forte mobilitazione, ma purtroppo, ancora una volta, una esposizione deviata dei fatti da parte dell’ANAS.

Il fastidioso concetto che si è fatto passare è che la colpa è del morto … ma nessuno spiega che la dinamica dell’incidente afferisce ad una delle tantissime ordinarie e innumerevoli situazioni che si generano quando ogni frontista della statale prova ad entrare o uscire di casa propria, inducendo pericoli per sè e per chi passa in quel momento.

Leggi tutto su: http://unastradaperlavita.myblog.it/archive/2010/09/13/ss16-torremare-s-giorgio-corsia-nord-ennesimo-incidente-mort.html.

Noi del Movimento Procivitate insieme a tanti residenti e non, siamo disgustati da quanto accade.. continuiamo a chiedere perchè questa variante non si riesce a fare: apparsa come una meteora, dopo la nostra manifestazione in piazza di settembre di due anni fa, ed ora è stata di nuovo imboscata, esattamente come avvenuto 20 e 10 anni fa! (leggi il post su questo sito http://unastradaperlavita.myblog.it/archive/2009/05/31/ss…)

Per questo ieri abbiamo prodotto immediatamente un Comunicato Stampa con il quale denunciamo ancora una volta la mancanza di interventi per la realizzazione della Variante e dove ribadiamo che nelle more che ciò avvenga sia disposta in questo tratto di strada la riduzione della carreggiata  lato nord ad una sola corsia.. gli autovelox a singhiozzo evidentemente non bastano.

Questo è quanto andremo a chiedere nel breve al Procuratore della Repubblica di Bari.

Con l’occasione ringraziamo Il Quotidiano di Bari e La Gazzetta del Mezzogiorno per aver dato spazio alla nostra indignazione e voglia di verità, pubblicando articoli a supporto di questa causa.

Rosalia Balice