SS16 TORREAMARE approvata la variante Bari-Mola

UN VERO MIRACOLO PER I RESIDENTI A SUD DI BARI !!!!

 

mappa della variante

 


La GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO del 30 Maggio 2009 dà notizia che “Il consiglio di amministrazione dell’Anas, riunito a Roma, ha ieri approvato il progetto preliminare per la costruzione della variante alla strada statale 16 «Adriatica», nel tratto Bari-Mola. La nuova opera – lunga 18 km – richiederà un investimento complessivo di oltre 240 milioni di euro.”


Questa notizia è il risultato tanto atteso del lungo impegno della sottoscritta nell’ambito del Movimento PRO CIVITATE e con i residenti a sud di BARI fino a Torre a Mare, per l’ottenimento di un diritto di civiltà e di civismo che, la presenza della statale allargata a ridosso della abitazioni, da decenni sottrae ai residenti, costringendoli a vivere in situazioni di pericolo, di disagio urbano e di ingessamento strutturale.


Un impegno che, grazie al supporto del movimento PRO CIVITATE, ci ha permesso di formulare persino un
ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA, a seguito del quale finalmente l’ANAS avvia un serio processo di presa di coscienza del problema, accettando di discuterne con me in qualità di rappresentante del movimento PRO CIVITATE, in sede di tavoli tecnici mirati.


Un processo che ha portato l’ANAS alla decisione di riaprire l’antico progetto di variante, opportunamente rimodernato, dando luogo ad una gara di progettazione preliminare, annunciata dall’Ing. Ciucci in sede di apertura della fiera del levante 2009, prorpio mentre io ed i residenti manifestavamo sulla statale e nella piazza di Torreamare per sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni
(http://unastradaperlavita.myblog.it/album/la-manifestazione-del-13-settembre/)!


Oggi il progetto (che si realizza in primo luogo per agevolare i servizi agli utenti della strada separando il traffico a lunga percorrenze e pesante da quello locale-urbano), è stato approvato!.. e l’ANAS con questa operazione compie di fatto il grande miracolo che restituirà ai cittadini a sud dui Bari il loro territorio, liberando una strada (che oggi è un “MURO DI BERLINO”) che diventerà un “pezzo di città”, fatto di marciapiedi, attraversamenti, piste ciclabili, rotonde, ricongiungendo parti di città spaccate, riducendo notevolmente l’inquinamento acustico e dell’aria, consentendo di realizzare servizi per i residenti (fogna, acqua,bus)… creando finalmente un ecosistema a misura di persone!


Il Movimento PRO CIVITATE insieme ai residenti ringrazia l’ANAS perchè sta mantenedo le promesse ed in particolare ringrazia Antonio Decaro che per questa opera si è impegnato insieme al Movimento PRO CIVITATE, in primo luogo come tecnico responsabile, quindi come cittadino e rappresentante della “cosa-pubblica”.


ROSALIA BALICE

Segue la notizia….

La variante si staccherà dall’attuale tracciato subito dopo lo svincolo di Japigia, nel rettilineo che conduce a San Giorgio. Così, mentre quelli che sono diretti a Torre a Mare e nelle zone collegate alla viabilità di pertinenza proseguiranno sulla vecchia strada, tutti coloro che marciano verso sud, traffico pesante diretto a Brindisi in particolare, verso il Salento o semplicemente verso Polignano e Monopoli, potranno bypassare l’ex frazione marinara barese ed i suoi noiosi restringimenti, attraverso un tracciato che correrà all’interno tra Triggiano, Noicattaro e Rutigliano, per poi ricongiungersi alla statale 16 grossomodo nel rettilineo di Cozze.

L’opera – che rientra tra le infrastrutture strategiche della «Legge Obiettivo» è di grande rilevanza per la viabilità dell’intera regione – risolverà le frequenti situazioni di congestione (in particolare in estate) che caratterizzano l’esistente tratto della strada statale 16 che costituisce la tangenziale di Bari.

«Con questa approvazione si avvia l’iter per la realizzazione della variante alla strada statale 16 – ha sottolineato il presidente Pietro Ciucci – che consentirà di alleggerire il traffico dei vari centri urbani posti immediatamente a sud di Bari e quindi contribuirà in modo straordinario a migliorare la qualità della vita dei residenti che vedranno spostata su questa arteria il grande flusso di traffico».
Tra le opere principali, sono previsti i viadotti Aeronautica, Lama San Giorgio e Lama Giotta, nonché la realizzazione di quattro svincoli che collegheranno i centri sfiorati dal nuovo tracciato, i cui residenti troveranno notevoli vantaggi nel collegamento ad esempio con i caselli dell’autostrada, l’aeroporto o semplicemente con il capoluogo.
La nuova opera rientra nell’intesa generale quadro tra il Governo e la Regione Puglia del 2003.
Non ancora precisati i tempi di realizzazione e di cantierizzazione. In ogni caso, essendo il tracciato completamente staccato dall’esistente, non ci saranno ripercussioni sull’attuale viabilità.

SS16 TORREAMARE approvata la variante Bari-Molaultima modifica: 2009-06-01T13:08:00+02:00da procivitate
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento