Archivio mensile:febbraio 2009

Barriere Architettoniche alla stazione di BARI centrale

Esposto ai ministeri

Il movimento PRO CIVITATE ha da tempo rimesso all’attenzione degli Assessori alla Mobilità Urbana e ai Lavori Pubblici  del Comune di Bari, giusta nota attraverso la quale si rappresentava la difficoltà per gli utenti delle Ferrovie dello Stato con ridotte capacità di deambulazione, a raggiungere i piazzali ferroviari, atteso che i servoscala posti alle rampe di accesso non erano funzionanti e al contempo si sollecitava  un loro intervento presso l’Ente Ferrovie dello Stato affinché si provvedesse a rendere la Stazione Ferroviaria di Bari Centrale, indi le sue pertinenze, accessibili anche agli utenti con ridotte capacità di deambulazione.

Oggi si intende dare seguito a questa richiesta disattesa, con esposto ai Ministri delle Infrastrutture e Trasporti e Lavoro, Salute e Politiche Sociali, il cui testo trovate nel file allegato MPC-03-09_Interrogazione per eliminazione barriere architettoniche a….pdf.

V. Uggenti

DEGRADO FOGNA Lungomare Torre a Mare-S.Giorgio

Foto0009.jpgINTERROGAZIONE del Movimento Pro Civitate
della delegata Balice sul degrado del sistema fognario del lungomare di Bari tra S. Giorgio e Torreamare, ormai al collasso strutturale (vedi archivio fotografico su blog http://unastradaperlavita.myblog.it )

Dopo l’interrogazione di PRO CIVITATE (qui il testo completo PROCIV Degrado fogna lungomare.pdf )  e dopo vari solleciti abbiamo ricevuto delle risposte poco esaustive che fanno intendere chiaramente l’assenza totale di un piano organico di risanamento e quindi posso darvi riscontro degli scarsi risultati con le dovute AMARE CONSIDERAZIONI!..

RISPOSTE:
Premesso che ci sentiamo onorati di aver ricevuto delle risposte molto velocemente, considerati i tempi medi di circa un anno dell’assessorato LL PP .. vi riassumo gli eventi:
  • (22/01/2009) L’assessorato Ambiente e Sviluppo sostenibile, Igiene pubblica, Verde pubblico, Tutela degli animali, Politiche energetiche del comune di BARI risponde con una lettera in cui si mostra interessato a seguire l’evoluzione delle attività, rimarcando le competenze all’assessorato ai Lavori pubblici
  • (20/01/2009) L’assessorato EDILIZIA PUBBLICA E LAVORI PUBBLICI risponde con una richiesta nei confronti del proprio ufficio strade, di presa in carico per l’inserimento delle opere nella prossima programmazione delle OO PP … non è chiaro di quali opere si tratta (se stradali, fognarie.. entrambe)? e soprattutto di quali tempi e in quale amministrazione !!!!)
  • Una totale assenza da parte dell’AQP che evidentemente risponde solo se interrogata dal comune!.. ma il comune ad oggi gli avrà fatto qualche richiesta? anche questo non ci è dato sapere !!!!!

CONSIDERAZIONI:
Da queste risposte due considerazioni:

prima di tutto ci chiediamo se è stato compreso a fondo il nostro problema, che nella sua complessità implica competenze amministrative plurime e l’intervento di enti esterni, ma il carteggio è formale e poco indicativo di comunicazione cooperativa! fortuna che l’interlocutore principale è proprio l’assessore Lorusso che è stata già precedentemente sensibilizzata proprio nel corso degli incontri con i residenti!!!

ma soprattutto, dopo aver io stessa parlato con l’assessore  Lorusso e tentato di spiegare la natura del problema, ho capito che non esiste un piano organico di risanamento della rete fognaria per la nostra zona, e dobbiamo registrare con amarezza che nulla è stato fatto e nulla si è mai pensato di fare…quindi, allo stato attuale c’è solo il nulla!

CONCLUSIONI:
In un momento in cui le attività dell’amministrazione del Comune di BARI sono finalizzate o all’auto-elogio per quanto fatto (che è per natura sempre discutibile) o alla rimando di responsabilità verso precedenti amministrazioni, per quanto non si è stati in grado di fare (che è per natura sempre oggettivo).. la questione fogna a sud evidentemente non si colloca affatto bene … è scomoda e può trovare solo risposte di convenienza, che formalmente dicono tutto .. ma nei fatti non dicono nulla!!!

Forse dobbiamo aspettare che passi la buriana elettorale e che avvengano i nuovi insediamenti al comune di bari, per riproporre il problema .. ma intanto fino ad allora chi gestirà la cacca che esce dai tombini? e soprattutto chi si farà responsabile dello scontento dei cittadini della zona ai quali viene rubato anche il sogno dell’utopia delle promesse prelettorali…..??

Purtoppo si pensa ancora che basta prestarsi ad una qualsiasi forma di presenza mediatica per soddisfare il bisogno di concretezza del cittadino .. Meditate gente .. meditate !!!!

..presto ripartiremo alla carica ROSALIA BALICE