Archivio mensile:gennaio 2009

SMENTITA DI UNA LISTA CIVICA DI PRO CIVITATE

Bari li, 31 gennaio 2009

Il Presidente

La presente per smentire nella maniera più assoluta che il movimento civico in epigrafe abbia  predisposto una Lista Civica  da proporre per le prossime consultazioni elettorali per il rinnovo dei Consigli Comunale e Circoscrizionali della Città di Bari, tantomeno che il medesimo movimento sia afferente a qualsivoglia partito e/o coalizione.

Non deve trarre in inganno, tantomeno autorizzare chicchessia a  diffondere calunniosamente l’idea che  Pro Civitate è un sodalizio afferente al centro destra  poiché lo scrivente ha in passato partecipato attivamente all’attività politica nell’ambito del partito Alleanza Nazionale.

Pro Civitate è un movimento che, libero da ogni pregiudizio politico ideologico, sosterrà il candidato e/o la coalizione che proporrà un progetto realistico, realizzabile e credibile per la città di Bari.

Tuttavia, allorquando i candidati alla carica di Sindaco in quota al PDL e al PD  renderanno  noto quanto nelle loro intenzioni si  propongono di  realizzare per la città di Bari, Pro Civitate  renderà noto quale posizione intenderà assumere e soprattutto se proporre e/o offrire a questi la disponibilità di propri rappresentanti da candidare nelle liste per il rinnovo dei Consigli Comunale e Circoscrizionali.  

F.to Vitantonio Uggenti

CADUTA DI STILE del Leader del Pd On.le D’Alema

Comunicato stampa

Bari li, 18 gennaio 2009

Il Presidente

Indubbia caduta di stile quella del Leader Massimo  del Pd On.le  D’Alema, quando asserisce  che alcune personalità del centro destra  sostengono Israele per dimostrare a questa  di aver cambiato pelle  e di aver preso le distanze dalla tradizione fascista e antisemita.

E’ indubbio che il riferimento è diretto a quei politici e militanti  di AN di provenienza Missina  che secondo l’On.le D’Alema  sarebbero tradizionalmente  fascisti e antisemiti.

L’On.le D’Alema  ha perso l’occasione per evitare di dire sciocchezze, che da un uomo del suo spessore politico, nessuno si attendeva dover sentire.

Piuttosto che tentare di guadagnare la scena politica  argomentando su teoremi fantasiosi, l’On.le D’Alema  si preoccupi  dei problemi giudiziari che investono autorevoli esponenti del PD  che come ormai noto non è solo la casa degli Angeli ma ahimè anche dei Diavoli, e non da oggi, atteso che  già  ai tempi di Missione Arcobaleno alcuni membri dell’ex PCI  non si erano manifestati beati. 

Tornando all’oggetto della presente,  è  noto  che a  chiunque  aderisse al MSI-DN e più tardi ad AN  non è mai stato chiesto di  condividere e perseguire come obiettivo  la restaurazione del Partito Fascista, poiché non nelle intenzioni dei costituenti,  pertanto i riferimenti dell’On.le D’Alema non sono supportati da nulla se non dalle sue fantasie.

Non si proponga tuttavia più puro di tanti altri l’On.le D’Alema, poiché anch’Egli è figlio non del PD o del defunto Ulivo, ma di quel Comunismo che dove ha governato ha seminato solo morti, persecuzioni e rovine.

Leggendo le sciocchezze asserite dall’On.le D’Alema viene spontaneo  dire: ma guarda da che pulpito viene la predica!

Vitantonio Uggenti